Analizzare il profilo dei propri clienti con l’AI: come si fa e quando serve

Una delle frontiere più suggestive di questi anni è la possibilità di personalizzare messaggi e offerte per ciascun cliente, anche su larga scala. Customer service, marketing e vendite possono trarre grandi vantaggi da una relazione che viene vissuta come unica e personale.

Una tecnica molto attuale è l’analisi del profilo utente, che consente di anticipare il profilo psico-attitudinale dell’interlocutore, il suo possibile comportamento e le preferenze.

La tecnica si basa sull’analisi della struttura grammaticale delle frasi utilizzate nel corso della conversazione, che consente di rilevare i principali tratti psico attitudinali del cliente, in termini ad esempio di comportamento d’acquisto, possibile propensione al churn, sensibilità nei confronti di uno stile comunicativo di tipo emozionale o logico-istituzionale. In questo modo è possibile adattare in tempo reale i messaggi e le next best action al profilo utente.

Ne abbiamo parlato recentemente durante l’intervista a Paolo Massarani, Managing Director di Athics, che ci ha spiegato come utilizzando uno strumento di profilazione come Portrait si possano valorizzare gli investimenti nella propria strategia di “segment of one” marketing, scendendo più approfonditamente nella creazione di una mappa delle caratteristiche principali dei propri interlocutori per stabilire delle relazioni “one to one”. Il risultato dell’analisi psicometrica crea vantaggio competitivo per diverse funzioni di business.

La profilazione psicometrica nel Customer Service

Nel customer service, l’utilizzo di software predittivi per l’analisi del profilo permette agli operatori di adattare in tempo reale le proprie risposte e azioni in base all’attitudine e al possibile comportamento del cliente, grazie all’integrazione dell’AI generativa all’interno della soluzione Portrait.

Ad esempio, è possibile richiedere al software supporto per la generazione di un messaggio di retention rivolto a un cliente per cui è stata rilevata una forte propensione al churn. Impiegare l’analisi del profilo per conoscere le preferenze dei clienti consente, pertanto, alle aziende di fornire un servizio più empatico e mirato, migliorando la soddisfazione e la fidelizzazione dei clienti. La capacità di anticipare le esigenze dei clienti e rispondere in modo proattivo può fare la differenza tra un cliente soddisfatto e uno insoddisfatto. Utilizzando la mappa dei profili psico-attitudinali, gli operatori del customer service possono identificare rapidamente il tipo di assistenza più appropriato per ogni cliente, riducendo i tempi di risoluzione dei problemi e aumentando l’efficienza operativa.

Le applicazioni nel Marketing

La profilazione psicometrica permette di segmentare il target in maniera più precisa rispetto ai metodi tradizionali basati solo su dati demografici. Le campagne di marketing possono essere quindi personalizzate per target specifici, aumentando le probabilità di successo.

Con una conoscenza approfondita dei profili psico-attitudinali dei clienti, i marketer possono creare contenuti altamente personalizzati che risuonano meglio con il pubblico di riferimento. Questo approccio aumenta l’engagement e la conversione. La profilazione psicometrica può migliorare la precisione del targeting delle campagne pubblicitarie, riducendo il costo per acquisizione (CPA) e migliorando il ritorno sull’investimento (ROI). Le aziende possono indirizzare annunci a segmenti di pubblico i cui profili risultano più inclini a rispondere positivamente.

Le applicazioni in ambito sales

L’efficacia di un’interazione di vendita si valuta sulla capacità di instaurare un rapporto diretto e personale con il potenziale cliente. Per questo anche nelle vendite la profilazione si posiziona come uno strumento potente per ottenere una visione approfondita dei clienti, consentendo alle aziende di adattare le loro strategie di vendita in modo più mirato ed efficace.

Conoscere in anticipo i tratti principali tratti caratteriali del consumatore permette di adottare una comunicazione adeguata, focalizzarsi sugli aspetti più rilevanti per il cliente, incrementare il coinvolgimento e migliorare le possibilità di conversione. La strategia di vendita viene personalizzata in base alle caratteristiche individuali dei clienti, consentendo ai brand di costruire relazioni più solide e aumentare le opportunità di vendita.

Le applicazioni in ambito HR

Comprendere in anticipo le attitudini e il potenziale dei candidati nei confronti di una posizione lavorativa, di un piano di formazione o di uno specifico progetto aziendale, rappresenta un vantaggio incredibile per l’HR manager. La profilazione psicometrica fornisce agli HR manager uno strumento potente per prendere decisioni più informate, migliorare la gestione delle risorse umane e promuovere un ambiente di lavoro più efficace e soddisfacente per i dipendenti.

Ad esempio, è possibile ottenere una mappa delle soft skill presenti in azienda in termini di gap ed esigenze formative e personalizzare l’employee journey per aumentare l’engagement e la soddisfazione dei dipendenti, oltre a massimizzare il loro potenziale e il loro impatto sull’organizzazione.

Scarica la guida alla profilazione psicometrica

COMMENTI