Appian presenta il suo studio su automazione aziendale e CX

appian_survey

Il nuovo studio di Appian indaga le realtà aziendali Americane ed Europee che hanno adotatto soluzioni di automazione aziendale, cercando di capire se queste hanno migliorato o meno la vita dei propri dipendenti, soprattutto in questo periodo dove bisogna adottare il distanziamento sociale obbligato da COVID-19.

Il sondaggio di Appian Business Automation Technologies and the Customer Experience analizza le opinioni dei dipendenti di alcune grandi organizzazioni sulle tecnologie di automazione aziendale e l’“umanizzazione” delle relazioni B2C.

Negli ultimi anni l’adozione delle tencologie di automazione ha liberato l’operatore umano del lavoro ripetitivo e monotono, relegandolo alla macchina, così da lasciare all’essere umano la relazione con il cliente; conferendo a questo rapporto un valore aggiunto che la macchia non riesce a dare, nella speranza di creare una relazione che possa essere duratura e importante per il cliente. Questo il concetto alla base dello studio di Appian.

Dal report emerge che per la maggior parte degli interivistati ritiene ancora che le relazioni continuano ad essere poco personali e incisive, malgrado l’adozione delle tencologie di automazione, e ritiene che c’è ancora molto lavoro da fare per dare una relazione che sia personale e dal valore aggiunto.

Dall’altra parte solo una parte ritiene che le proprie aziende non stiano sfruttando a pieno la possibilità date dall’automazione per poter ottenere un rapporto col cliente che sia significativo.

Per ulteriori informazioni è possibile scaricare il report al seguente link 

COMMENTI