I consigli di Reliant Funding sulla Customer Intelligence

Customer_intelligence

Per Customer Intelligence (CI) si intendono quelle informazioni derivate dai dati dei clienti raccolti sia da fonti interne (generate attraverso le interazioni con il cliente) sia da fonti esterne (dati demografici come età, reddito, occupazione ecc.). Lo scopo della CI è quello di comprendere meglio i clienti analizzando i loro modelli di acquisto e le loro motivazioni per guidare la crescita futura del business.

Siamo nell’era del cliente informato: ha accesso illimitato alle informazioni su un marchio, le sue offerte e anche sulla sua competizione. Il cliente al dettaglio moderno è anche più esigente. Se non sono contenti di un prodotto o servizio, ti avviseranno e si aspetteranno una risposta da parte del brand. Le aziende che non si preoccupano dei clienti arrabbiati rischiano un disastro sui social e nelle pubbliche relazioni. Di seguito lacuni consigli per evitare questi inconvenienti e per trarre il meglio dalla Customer Intelligence.

Sconti personalizzati

 

I rivenditori con clienti che ritornano di frequente possono premiare la loro fedeltà utilizzando IoT e CI. I rivenditori lo fanno utilizzando sensori installati in tutto il negozio. Questi sensori inviano sconti personalizzati agli smartphone dei clienti fedeli (tramite SMS o notifiche di app) quando sono vicini a determinati prodotti.
In questo modo è possibile massimizzare le fidelizzazioni anziché utilizzare uno sconto generale.

Capire meglio i clienti

Grazie all’uso dei dati i rivenditori possono capire meglio le preferenze dei clienti. Indipendentemente dal fatto che il cliente stia utilizzando il sito Web o sia in giro per il negozio. é possibile acquisire, trasmettere e analizzare versioni anonime dei dati. I rivenditori possono utilizzare questo sistema per creare profili di clienti e capire e anticipare il comportamento degli stessi. Questi dati aiuteranno a migliorare l’efficacia delle campagne e delle comunicazioni tra brand e cliente.

Gestione della catena di approvvigionamento

 

Utilizzando l’analisi predittiva, i rivenditori possono prevedere quali prodotti e marche saranno richiesti in un determinato periodo di tempo. Ogni componente della catena di approvvigionamento, dalla pianificazione alla produzione al ritorno, può essere ottimizzato per l’efficienza.

Visualizzare i cambiamenti in tempo reale nel mercato

Comprendere il mercato è diventato ormai un requisito impegnativo quotidiano per aziende di ogni tipo. In un settore affollato come il retail, significa che anche una piccola interruzione nel monitoraggio del mercato può causare un enorme battere d’arresto in termini di acquisizione di nuovi clienti, ricavi e soddisfazione del cliente. L’intelligence del cliente  grazie ai dati acquisiti consente di comprendere le tendenze di mercato  migliorando il loro business.

Una migliore formazione per gli assistenti alle vendite

 

Si possono utilizzare i dati raccolti da più fonti per capire meglio i clienti e creare persone ben informate che parlano a ciascuno dei tipi di clienti. Una volta ottenuta una chiara comprensione della client−base e cosa sta loro a cuore, diventa più facile creare un’immagine aziendale che si allinea strettamente con le loro preferenze.

Questi sono solo una parte dei consigli che si possono impiegare per massimizzare i frutti della Customer Intelligence. Il futuro sta nel fornire un’esperienza cliente eccezionale indipendentemente dal fatto che il negozio sia online o offline.

COMMENTI