Focus su dati e CX: ecco come restare competitivi nell’era digital

Concentrarsi sulla comprensione dei bisogni dei clienti, sulla digitalizzazione e sulla cyber security: questo il must per le aziende europee che puntano a restare competitive sul mercato attraverso l’adozione di un approccio concentrato sui dati e sulla CX.

È quanto emerge da una ricerca svolta da Forrester Consulting per Experian, secondo la quale – per sfruttare le potenzialità della digitalizzazione e fidelizzare il cliente – le imprese dovrebbero seguire tre strategie:

  • migliorare le proprie capacità analitiche per riuscire a prevenire le situazioni problematiche e permettere di utilizzare in maniera più strutturata tutti i dati a disposizione della propria clientela;
  • adottare un approccio olistico e una maggiore condivisione dei dati con le strutture specializzate, per prevenire con maggiore efficacia le frodi;
  • migliorare il livello di analisi dei dati dei clienti, soprattutto quando provengono da fonti differenti e non sono omogenei.

I big data sono ormai una realtà che le aziende devono gestire per rimanere competitive sul mercato, ma dalla ricerca emerge che solo il 19% delle organizzazioni sfrutta tutti i dati disponibili” ha spiegato Angelo Padovani, AD di Experian Italia.

L’indagine ha evidenziato inoltre che le aziende sono ancora concentrate sull’ottimizzazione dei propri processi interni, e questa impostazione non permette di rispondere tempestivamente alle esigenze del cliente. Altro dato interessante emerso dall’indagine è quello che riguarda la prevenzione delle frodi: l’80% del campione italiano afferma che migliorare la capacità di prevenzione delle frodi informatiche è una delle priorità aziendali dei prossimi mesi. Dalla ricerca emerge infine che l’81% delle organizzazioni non è sicura delle proprie capacità di conformarsi alle crescenti esigenze normative.

Da questa ricerca risulta evidente che c’è bisogno di nuovi strumenti per fare in modo che le imprese e gli amministratori siano preparati alle nuove esigenze di protezione e sicurezza che la digitalizzazione richiede” ha concluso Carlo Gabardo, responsabile della divisione Analytics di Experian Italia.